STORIE


Esame di co(no)scienza

Seneca ci invitava: “Non rinviamo niente, chiudiamo ogni giorno il bilancio della nostra vita”.

Un’amica ebrea mi ha raccontato che, quand’era piccola, sua mamma, insieme al bacio della buona notte, soleva chiederle: cosa è accaduto di buono, oggi?

Anch’io da bambino ero invitato all’esame di coscienza cattolico, versione penitenziale della stessa idea.

 

Più da grande, un maestro mi ha porto questa evoluzione: di andare a dormire ogni giorno pensando a cosa ho imparato oggi, che non sapevo quando mi sono svegliato.